TERNI, 1° maggio 2015 – Migliaia di persone in giro per la città: musica, eventi e appuntamenti che sono destinati a proseguire anche nei prossimi giorni. Perché il Cantamaggio ternano non è ‘solo’  Carri, centrali nel contesto della festa , ma tutta una serie di appuntamenti che puntano a rendere attrattiva Terni agli occhi dei residenti e non solo.

Primo bilancio

«Nonostante i timori legati al meteo – spiega il presidente dell’Ente Cantamaggio ternano, Omero Ferranti – la serata è pienamente riuscita. La città risponde sempre, anche perchè i carri, quest’anno di particolare qualità, rappresentano da sempre un elemento di forte agggregazione. Ora l’obiettivo è andare oltre, proseguendo l’opera di rinnovamento del Cantamaggio che sta andando avanti in maniera tangibile. L’idea di trasformare la festa ternana in un evento appetibile anche al di fuori dei confini provinciali e regionali, è sicuramente quella giusta. In questo senso la costituzione di una realtà come ‘Terni In movimento’, che accoglie privati e associazioni come l’Ente Cantamaggio, può proiettarci in una dimensione diversa, in cui la tradizione convive con l’esigenza di costruire un progetto più ampio e in grado di rappresentare una parte Cantamaggio 2015 manifestosignificativa del futuro della nostra città dal punto di vista degli eventi e, di conseguenza, dell’economia e del turismo».

La festa continua

Il Cantamaggio non si ferma ai carri. Tanti gli appuntamenti in programma nei prossimi giorni. A partire dalla serata di sabato 2 maggio: la ‘Notte di primavera’. Sei le location che ospiteranno spettacoli, esibizioni e concerti no-stop a partire dalle ore 21. Piazza Tacito e piazza San Francesco saranno dedicate agli artisti del ‘Canta e Ricantamaggio’, in via del Tribunale ci sarà l’esibizione dell’ensemble di percussioni del ‘Briccialdi’, in piazza San Pietro è attesa una maratona di musiche e danze tradizionali con i Cantori della Valnerina e i Diversa… mente, piazza San Lorenzo accoglierà le corali della città protagoniste de ‘Cori de Maggio’ mentre il momento clou ci sarà alle ore 22, in piazza Europa, con il concerto di Enzo Avitabile e Tony Esposito.

Mini carri

L’attesa sfilata dei mini carri, che coinvolgerà oltre 1.200 bambini delle scuole dell’infanzia e primarie della città, si terrà lunedì 4 maggio. Il raduno dei piccoli maggiaioli è fissato per le ore 15: le scuole dell’infanzia partiranno da piazza della Repubblica mentre i bambini delle primarie si ritroveranno in piazza Tacito. La sfilata partirà alla volta di via Roma e si concluderà al camposcuola ‘Casagrande’, teatro dell’attesissima festa finale che unirà bimbi, genitori e insegnanti.

Quartieri in festa

La festa di primavera torna ad abbracciare i quartieri della città. Appuntamento domenica 3 maggio al quartiere Polymer (ore 17) con la ‘Festa de Maggio’ e venerdì 15 e sabato 16 maggio (ore 17) al Villaggio Casali di Papigno per ‘Maggio de ‘na vorda’.

 

Ufficio stampa Cantamaggio 2015 

 

press.cantamaggio@libero.it