• CANTAMAGGIO C’E’: CANTA E Ricanta Maggio

    Cantamaggio c’è è il progetto di innovazione del Cantamaggio ternano nato nel 2006 dalla collaborazione tra bct e ECT con l’obiettivo tutelare un bene demo-etno-antropologico e contribuire a valorizzare la Festa come risorsa territoriale. Curato da Giuliana Orsini Cervelli (ECT) e Lorella Giulivi (bct), il progetto individuava tra le principali aree di intervento quelle dello studio e della ricerca, della formazione, della comunicazione.

    Nel 2012 l’associazione Sonidumbra, il Centro di Documentazione e Ricerca Antropologica della Valnerina (CEDRAV) e la Scuola di Specializzazione in Beni demoetnoantropologici dell’Università degli studi di Perugia, partner nel Progetto UMBRIA TRADIZIONI IN CAMMINO, innestavano nel progetto Cantamaggio c’è il progetto RICANTAMAGGIO con l’obiettivo di sollecitare un ritrovato gusto di cantare a maggio e la possibilità di ‘rifunzionalizzare’ il primigenio canto rituale che, nato per propiziare la nuova stagione, si è trasformato con l’adattamento urbano in un patrimonio di canzoni.