• in bct l’ Officina del ciclo del maggio in Umbria

    marchio Canta e RicantaTerni, 12 maggio 2015 – Proseguono in bct le Officine del maggio, attività promosse dall’associazione Sonidumbra nell’ambito del Ricantamaggio, progetto di  ‘rifunzionalizzazione’ del Cantamaggio ternano che, a partire dalla musica, intende coinvolgere la città in un’idea di festa ritrovata-rinnovata.

    Scaturito dalla collaborazione dell’associazione Sonidumbra con bct, Ente Cantamaggio ternano, Centro di Documentazione e Ricerca Antropologica della Valnerina (CEDRAV) e Scuola di Specializzazione in Beni demoetnoantropologici dell’Università degli studi di Perugia, partner nel progetto Umbria tradizioni in cammino, il Ricantamaggio si innesta nel progetto bct/ECT Cantamaggio c’è.

    Giovedì 14 maggio alle ore 16:30 in bct – Caffè letterario – Officina del ciclo del maggio in Umbria: tavola rotonda con la partecipazione dei rappresentanti del CEDRAV, dell’Università degli studi di Perugia e dei protagonisti delle feste umbre. 

    Intervengono:

    Giorgio Armillei – Assessore alla cultura Comune di Terni

    Giancarlo Baronti – Università degli studi di Perugia

    Giancarlo Palombini – Università degli studi di Perugia

    Fulvio Porena – direttore CEDRAV-Centro per la documentazione e ricerca antropologica della Valnerina e dorsale appenninica umbra

    Marco Baccarelli – Ass. Sonidumbra-Umbria Tradizioni in Cammino, Progetto RIcantamaggio.

    Piantamaggi, Cantamaggi tradizionali, Corsa dei Ceri, Calendimaggio, Cantamaggio Ternano, Intusse. Cos’hanno in comune queste feste all’apparenza così diverse tra loro? L’Umbria mantiene ancora oggi in funzione molti rituali che tendono a concentrarsi nel momento di passaggio tra aprile e maggio e che vedono come protagonisti gli alberi. Un più ristretto gruppo prevede la costruzione di grandi torce ricavate da tronchi opportunamente lavorati e incendiati in suggestive processioni notturne: le intusse di Itieli (Narni), i fuochi di Canalicchio (Collazzone).3 intusse fuochi

    Il gruppo più numeroso è invece quello dei cosiddetti  Piantamaggio,  che prevedono come nucleo fondante il taglio di un alto albero, il suo trasporto, la  decorticazione, l’allestimento e il suo innalzamento nel luogo centrale della comunità inserendolo in una profonda buca praticata per l’occasione nel terreno.1 piantamaggio

    I moderni studi demoetnoantropologici intorno al Piantamaggio, (effettuato ancora oggi a Preci e circondario e a San Pellegrino di Gualdo Tadino), hanno gettato una nuova luce anche su uno dei riti religiosi più antichi e importanti della nostra regione: la corsa dei Ceri di Gubbio, nella quale  il rituale arboreo si arricchisce di un nuovo orizzonte sacro e di nuove modalità esecutive che hanno trasformato il rito dell’innalzamento dell’albero in una processione di santi posizionati sopra gli alberi, diventati delle vere e proprie macchine rituali.2 ceri Gubbio

    Un altro gruppo di rituali prevedeva il trasporto di casa in casa di una “frasca”, cioè di un ramo delle dimensioni maggiori possibili, che veniva posto dai maggiaioli di fronte alle abitazioni di giovani donne nubili in una sorta di “piantamaggio portatile”. Quando la comitiva era giunta di fronte alla casa prescelta,  chiedeva licenza di cantare ed eseguiva canti propiziatori e di questua  a ritmo di saltarello che prendevano il nome di Cantamaggio: da qui partì Furio Miselli nel 1896 per l’istituzione di quello che verrà chiamato Cantamaggio ternano.

    Trasferiti in città, la frasca e i canti  sono saliti su un carretto che, col tempo, grazie alle maestrie artigianali e industriali del nostro territorio, da oggetto di trasporto è diventato il soggetto della festa: ecco dunque il carro di maggio come oggi lo conosciamo.

    La proposta di rinnovamento del RIcantamaggio riparte dunque dalla musica come elemento fondante di un rito dinamico aperto alla partecipazione attiva della città che veda i maggiaioli cantori, di nuovo protagonisti.

     

  • Fiori di maggio: bambini e ragazzi protagonisti del festival Canta e Ricantamaggio

    Terni, 6 maggio 2015 – Ai nastri di partenza  ‘Fiori di maggio’, sezione del festival Canta e Ricantamaggio dedicata ai giovanissimi. DFiori di maggiomarchio Canta e Ricantaiciotto, tra inediti e rivisitazioni, i brani maggiaioli che saranno presentati venerdì 8 maggio al Teatro Secci, a partire dalle ore 17.00. Sette le scuole che hanno aderito con entusiasmo a quello che Marco Baccarelli, direttore artistico del nuovo festival della musica e canzone ternana, definisce “appuntamento sperimentale per avvicinare anche i più piccoli al gusto di cantare il maggio”. Ad esibirsi: Orchestra Scuola media A. DE FILIS; Circolo didattico Infanzia DON MILANI MARMORE; Classe II A Scuola primaria C. BATTISTI; Classi seconde Scuola media A. DE FILIS; Coro Mazzinincanto Scuola primaria G. MAZZINI; Scuola infanzia COSPEA; Classe IVA Scuola Primaria V.VENETO; Classe IV B Scuola Primaria V.VENETO; Classe VB Scuola primaria R. DONATELLI.

  • In bct l’Officina ‘Danzar l’Umbria’

    Terni, 6 maggio 2015 – Un giro dell’Umbria alla scoperta delle radici etno-coreutiche regionali: saltarello, quadriglia, furlana, punta e tacco, manfrine, tresconi. Non perdetevi domaniCantamaggio 2015 Diversa-mente danza Marco Baccarelli alle 16.30 l’Officina ‘Danzar l’Umbria’. L’incontro è l’occasione per  riassaporare il gusto della festa così come veniva celebrata e ritualizzata  dalle comunità del passato partecipando a una vera e propria festa da ballo in bct. Con Marco Baccarelli- Umbria tradizioni in cammino e i Diversa-mente

  • Poeti e Terni

    Terni, 5 maggio 2015 – Ventitré poeti, quarantasette poesie in dialetto, sedici poesie in lingua. Chi sarà il vincitore? Domani, 6 maggio 2015 ore 21.00, da non perdere al Teatro Secci Poeti e Terni, il concorso della poesia maggiaiola, Premio Alighiero Maurizi. Presenta Livia Torre. 
    A declamare:Poeti e Terni, Cantamaggio ternano 2014 Pio Apriletti, Giorgio Armadori, Adriano Boschetti, Luciano Brogelli, Luigi Bucciarelli, Italo Conti, Aldobrando De Angelis, Franco Frittella, Giuseppe Gentili, Andrea Madami, Maristella Marinelli, Guido Massarelli, Marisa Matteucci, Ferrero Mazza, Luca Menestò, Rina Moriconi, Rosaria Notarfonso, Simona Neri, Benedetto Paolo Onofri, Gian Mario Orazi, Evelino Proietti, Claudio Ratini, Maurizio Viola.

  • Maggiaioli non si nasce… si diventa. Domani – finalmente – la carica dei 1100

    Terni, 3 maggio 2015 – Un assaggio della loro creatività l’hanno offerto la serata del 30 aprile, quando i più piccoli tra i maggiaioli ternani hanno aperto la sfilata dei carri di maggio. ‘Se fosse per me, farei la pace’, titolo dell’opera d’arte della Scuola Infanzia Cospea, è uno dei ventiquattro carretti di ‘Maggiaioli non si nasce… si diventa’, l’iniziativa dedicata alle scuole primarie e dell’infanzia  nata nell’ambito del progetto ECT/bct ‘Cantamaggio c’è’. Sono ventiquattro i minicarri che sfileranno domani lungo Corso Tacito e via Roma, a partire dalle ore 15.00, fino a raggiungere il Camposcuola ‘A. Casagrande’, teatro di quella che a partire dalle ore 16.00 si prospetta una gran festa. 1170, infatti, le bambine e i bambini che, con relativi insegnanti, amici e famiglie, attendono dal 29 aprile uno sprazzo di sole per mostrare a tutta la città come i loro manufatti non solo non abbiano nulla da invidiare ai carri dei grandi, ma talvolta diano loro qualche punto…  Se fosse per me farei la pace. Cantamaggio ternano 2015 Minicarro Scuola Infanzia Cospea

    Alla sfilata coordinata da Sandra Bianconi e aperta da USL Umbria 2 Unità operativa Centri diurni e residenziali Spazio insieme con il carretto ‘Era mejo quanno era peggio‘, partecipano in allegria e senza alcuna competizione: 

    • CREMS Ludoteca: Il circo Freccia azzurra 
    • Scuola dell’Infanzia Marmore: Semo Bardascitti 
    • Scuola dell’Infanzia  Le Grazie: Sez. A – Maggio risveglio della Natura; Sez. C – Sdiggiunamoce sul prato; Sez. D – Scola de Maggio
    • Scuola dell’Infanzia De Sanctis: Sez. A – Profumo de Primavera; Sez. B – A Primavera la Cascata si risveglia; Sez. C –  Lu core de Terni 
    • Scuola dell’Infanzia  Brecciaiolo: I sez. – Li Metallari de Maggio; II sez. – Li calzolai maggiaroli 
    • Scuola dell’Infanzia  Cospea: Se fosse per me farei la pace 
    • Scuola dell’Infanzia Matteotti: Sez. A – Notte de Maggio; Sez. B – Canta… EXPO maggiaiolo 
    • Scuola dell’Infanzia Montefranco: La Primavera siamo noi 
    • Scuola dell’Infanzia Papigno: Sez. A – Sonata Maggiarola; Sez. B – Aridamo un po’ de fortuna a Terni Nostra 
    • Scuola Primaria Don Milani: Sez. A – L’albero di Maggio; Sez. B – Lancia di Luce (è primavera)
    • Scuola Primaria  Teofoli Noi come A. Pomodoro (La sfera dei sogni)
    • Scuola Primaria Donatelli: III B – Un mondo d’Amicizia; V B – Li fiji de li fiuri de Maggiu 
    • Scuola Primaria Feliciangeli: La fundana de lu paese nostru 
    • Scuola Primaria Battisti: La nostra Primavera: barca di emozioni

     

     

     

  • Notte di Primavera: la città che canta

    Terni, 2 maggio 2015 – Aria di festa in città. Dopo il passaggio dei carri di maggio, la Primavera avanza spavalda. E ad accoglierla, stasera, ‘La città che canta’.Joy Gospel Trio

    Sei le location che nella ‘Notte di Primavera’ ospiteranno spettacoli, esibizioni e concerti no-stop a partire dalle ore 21.00. Piazza Tacito e piazza San Francesco saranno dedicate agli artisti del ‘Canta e Ricantamaggio’; in via del Tribunale ci sarà l’esibizione dell’ensemble di percussioni del ‘Briccialdi’; in piazza San Pietro è attesa una maratona di musiche e danze tradizionali con i Cantori della Valnerina e i Diversa-mente; piazza San Lorenzo accoglierà le corali della città protagoniste dei ‘Cori de Maggio’.Cori de maggio

    Cantamaggio 2015 Diversa-mente Uccelli di periferiaTribù Nahars

     

     

     

     

    Momento clou alle ore 22.00 in piazza Europa, con il concerto di Enzo Avitabile e Tony Esposito.Esposito Avitabile

  • Ha vinto la Primavera

     

    Terni, 1 maggio 2015 – Il Panno del maggio 2015 se l’aggiudicano i Giovani maggiaioli arronesi con ‘La preziosa primavera’.

    Il premio della critica, assegnato da una giuria di giornalisti e operatori dell’informazione, è andato al carro ‘La città che sale’ del gruppo maggiaiolo Polymer-Pallotta-Sabbione.

    Fuori concorso:  Gruppo maggiaiolo Arci Fiaiola con Cantamaggio 2015 fuori concorso Gruppo maggiaiolo Arci Fiaiola L'amore 'na notte de maggioL’amore ‘na notte de maggio’

    Questa la classifica finale:

    1° classificato: ‘La preziosa primavera’ – Giovani maggiaioli arronesiCantamaggio 2015 1° classificato Gruppo Giovani maggiaioli arronesi La preziosa Primavera

    2° classificato: ‘Luna maliziosa’ – Associazione Orion Casali di PapignoCantamaggio 2015 Luna maliziosa 2° classificato Grupp

    3° classificato: ‘La primavera del mare’ – Gruppo maggiaiolo Nuova Compagnia Teatro Città di TerniCantamaggio 2015 La Primavera del mare 3° classificato Nuova Cantamaggio 2015 4° classificato ex aequo Gruppo maggiaiolo Lu Riacciu Mito de maggioCantamaggio ternano 2015 4à classificato ex aequo Gruppo maggiaiolo Pallotta Polymer Sabbione La città che sale

    4° ex-aequo: ‘Mito de Maggio’ del gruppo maggiaiolo Lu Riacciu e ‘La città che sale’ del gruppo Pallotta-Polymer-Sabbione

     

  • festival Canta e Ricantamaggio. I vincitori del Ricantamaggio

    Joy Gospel TrioJoy Gospel TrioUccelli di periferiaTribù Nahars

    Terni, 30 maggio 2015 – Al termine di due serate all’insegna di una nuova musica –  28 e 29 aprile 2015, Teatro Secci – unanime l’apprezzamento per il ‘Ricantamaggio’ animato da solisti, band e musicisti di ogni genere musicale. A interpretare le storiche canzoni maggiaiole rielaborando autonomamente elementi testuali e musicali tratti dal vasto repertorio del Cantamaggio: Kaly Manaly e I mondi Rebelz, Joy Gospel Trio, Scuola Music Box Classe musica d’insieme,The Koobs, Concabbanda, The Phantom, Uccelli Di Periferia, Time Out, Romboli Aldo, Ensemble Aubespine, Pensiero Acustico,Tribù Nahars.

    Difficile, come già per il Cantamaggio – Premio Giuseppe Capiato (27 aprile), il lavoro della Giuria. A fine serata, il verdetto:

    1° classificato Tribù Nahars con CARRI DE MAGGIU

    2° classificato Joy Gospel Trio con EVVIVA LU SOLE

    3° classificato Uccelli di Periferia con GIRANNO PE’ TERNI 

     

    •  

     

     

     

  • Benedetta Primavera

    Terni, 29 aprile 2015Stanno per arrivare. E con i carri di maggio, tutta la magia di un’antica notte di Primavera. Sempre che non piova, perché con questo aprile pazzerello c’è poco da fidarsi… E mentre l’Ente Cantamaggio ternano ha attivato una linea diretta con il Servizio meteo, i gruppi maggiaioli lavorano agli ultimi ritocchi in vista della sfilata di domani sera, rimirando le loro gigantesche creature e facendo pronostici.Ipsia

    I carri Saranno cinque i carri in concorso, realizzati da altrettanti gruppi maggiaioli. ‘La preziosa primavera’ (Giovani maggiaioli arronesi); ‘La primavera del mare’ (Nuova compagnia di teatro città di Terni); ‘Luna Maliziosa’ (Associazione Orion Casali di Papigno); ‘Mito de maggio’ (Lu Riacciu) e ‘La città che sale’ (Pallotta-Polymer-Sabbione). Fuori concorso, ‘L’amore ‘na notte de maggio’, il carro del gruppo ‘maggiaiolo’ Arci Fiaiola, e il carro ‘gastro- economico’ del gruppo ‘Lu riacciu’ che, al termine della sfilata, distribuirà ai presenti le ormai classiche penne all’arrabbiata.

    La sfilata I carri, divisi in due gruppi, si raduneranno alle 20 in piazza Buozzi e in via Battisti – piazzale Aci – per poi passare per piazza Tacito, sfilare lungo corso Tacito e raggiungere il palco centrale di piazza Europa.  Le premiazioni e la consegna del ‘Panno del maggio’ , realizzato da Giampiero Strinati,si terranno al termine della sfilata, presentata com’è ormai consuetudine, da Livia Torre.

    Ad accompagnare la parata, l‘orchestra del Canta e Ricantamaggio, il gruppo musical-teatrale Murga Patas Arriba e Terni Jazz Street Band

  • Maggiaioli non si nasce… si diventa! La carica dei 1100 ci sarà il 4 maggio

    Terni, 29 aprile 2015 – Era prevista per oggi. Poi il Servizio meteo ha consigliato di rimandarla causa maltempo. Il piano b, concordato in fase di programmazione con Polizia municipale e scuole, l’avrebbe voluta il 5 maggio, ma proprio per quel giorno le scuole avevano – nel frattempo – indetto uno sciopero. Ebbene – è notizia di pochi minuti fa – l’attesa sfilata dei minicarri si farà nel pomeriggio del 4 maggio.

    19. Maggiaioli non si nasceCon:

    • USL Umbria 2 Unità operativa Centri diurni e residenziali Spazio insieme

    Era mejo quanno era peggio

     

    • CREMS Ludoteca

    Il circo Freccia azzurra

     

    • Scuola dell’Infanzia Marmore

    Semo Bardascitti

     

    • Scuola dell’Infanzia  Le Grazie

    Sez. A –Maggio risveglio della Natura

    Sez. C – Sdiggiunamoce sul prato

    Sez. D – Scola de Maggio

     

    • Scuola dell’Infanzia De Sanctis

    Sez. A – Profumo de Primavera

    Sez. B – A Primavera la Cascata si risveglia

    Sez. C –  Lu core de Terni

     

    • Scuola dell’Infanzia  Brecciaiolo

    I sez. – Li Metallari de Maggio

    II sez. – Li calzolai maggiaroli

     

    • Scuola dell’Infanzia  Cospea

    Se fosse per me farei la pace

     

    • Scuola dell’Infanzia Matteotti

    Sez. A- Notte de Maggio

    Sez. B- Canta… EXPO maggiaiolo

     

    • Scuola dell’Infanzia Montefranco

    La Primavera siamo noi

     

    • Scuola dell’Infanzia Papigno

    Sez. A- Sonata Maggiarola

    Sez. B- Aridamo un po’ de fortuna a Terni Nostra

     

    • Scuola Primaria Don Milani

    Sez. A- L’albero di Maggio

    Sez. B- Lancia di Luce (è primavera)

    • Scuola Primaria  Teofoli

    Noi come A. Pomodoro (La sfera dei sogni)

     

    • Scuola Primaria Donatelli

    III B – Un mondo d’Amicizia

    V B- Li fiji de li fiuri de Maggiu

     

    • Scuola Primaria Feliciangeli

    La fundana de lu paese nostru

     

    • Scuola Primaria Battisti

    La nostra Primavera: barca di emozioni