• Sergio Pellegrini – Lu trenu della speranza

    “Nel mio Rione, che è quello de città giardino, de la tabaccheria de lu zozzu, del Sacro Cuore, del Caos lì l’ex Siri, de Via Brenta e Montegrappa, de Allegretti e Mariani, de lu Lungonera e de lu spiazzo delle erbe, de l’ex Circoscrizione Ferriera – l’Ospedaletto, de l’Elettra e de Carletti, de le sarsiccie de Pucci, de lu vetraio, la corniciaia, lu tappezziere e tante altre cose…. da un po’ di tempo un gruppo di giovani tra architetti, grafici ed artisti,  prova a unì ll’animi, cerca di far capire che fuori casa, tra la gente, forse si stà meglio che dentro casa a guardà la televisione..” il carro di città giardino è nato da un’idea condivisa tra persone che vivono e lavorano in questo quartiere. (altro…)

  • Giuliana Orsini Cervelli – Era una notte chiara

    Due funi fiorite scendevano dal cielo stellato. Silenziose spingevano un prezioso trono di foglie dove una regina bambina si levava verso l’infinito, ora a destra, ora a sinistra. Il suo vestito bianco sollevato da un vento leggero disegnava un sorriso. La fanciulla presa dalla sua beatitudine, con lo sguardo spinto nel vuoto, sembrava non vedere il prato che la ospitava e non ascoltare i canti d’amore che si levavano dalle melodiose voci dei cantori che la circondavano.

    (altro…)